Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Guide e soluzioni per problemi comuni e inconsueti
Avatar utente
Liviux
Messaggi: 10606
Iscritto il: mercoledì 4 marzo 2009, 14:22
Sono: irsuto
Località: Carpenedo
Contatta:

Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da Liviux » martedì 8 maggio 2012, 11:54

A volte vogliamo fotografare una scena che presenta dei contrasti così elevati che il sensore della macchina non è in grado di catturarli tutti. La cosiddetta "gamma dinamica", cioè l'intervallo di luminosità che il sensore riesce a catturare, può essere la classica "coperta troppo corta" che se la tiri da una parte per cogliere i dettagli delle ombre ti fa bruciare completamente le luci, e viceversa. In questi casi, oltre a scattare in RAW per spremere ogni bit di informazione possibile dal sensore, conviene scattare più foto in bracketing (si chiama esposizione "a forcella" nei manuali) e poi cercare di combinarle in un'immagine sola.
Supponiamo quindi di avere scattato in bracketing con sovra/sottoesposizione di 1EV (sconsiglio di spingersi oltre). Per semplicità scartiamo lo scatto di mezzo e consideriamo solo quello sottoesposto e quello sovraesposto. Idealmente, vorremmo prendere le zone scure dello scatto sovraesposto e le zone chiare da quello sottoesposto. Con Gimp, una volta presa la mano, si può fare in meno di un minuto.

1. Carichiamo la foto sottoesposta.
Immagine

2. Trasciniamoci sopra la foto sovraesposta. Gimp crea così un nuovo layer della stessa immagine.
Immagine

3. Se gli scatti non sono stati fatti col cavalletto, sarà necessario allinearli fra loro prima di procedere. Impostiamo quindi per il layer superiore la modalità "Differenza". L'immagine, se i due scatti non sono perfettamente allineati, assume l'aspetto di un bassorilievo.
Immagine

4. Ingrandiamo la visuale al 100% col tasto "+", quindi con lo strumento "Muovi" (tasto "M") spostiamo il layer superiore finché l'effetto "bassorilievo" non sparisce. Se siamo stati particolarmente sciatti al momento dello scatto potrebbe esserci anche una rotazione da correggere fra i due layer, ma generalmente non è necessario.
Immagine

5. Rimettiamo il layer superiore in modalità "Normale" e aggiungiamogli una maschera di livello.
Immagine

6. Selezioniamo l'opzione "Copia del livello in scala di grigi" e "Inverti maschera". Vogliamo infatti che la maschera sia nera (cioè trasparente) dove la foto sovraesposta è più chiara. Se invece avete messo la foto sottoesposta sul layer superiore, non selezionate "Inverti maschera".
Immagine

7. Ora potete sbizzarrirvi a modificare la maschera di livello con pennelli, aerografi, livelli e curve per dare più o meno risalto alle zone che volete. Ricordate che, intuitivamente, dove schiarite la maschera rendete più visibile l'immagine chiara, dove la scurite rendete più visibile l'immagine scura. Ma se andate di fretta provate prima di tutto ad applicare una sfocatura gaussiana alla maschera. Il raggio non dovrebbe essere inferiore ai 20 pixel, più o meno. Attenzione alla comparsa di aloni attorno ai bordi più contrastati!
Immagine

8. Il risultato potrebbe essere fin troppo poco contrastato. In questo caso l'immagine risulta troppo scura, quindi applichiamo una curva per schiarirla rendendo al contempo più contrastate le ombre e meno le luci.
Immagine

9. Se volete mettere ulteriormente in evidenza i dettagli che in origine si perdevano nelle ombre o nelle zone luminose, potete applicare una maschera di contrasto ad ampio raggio (da 50 pixel in su) e bassa intensità (al massimo 0.2, circa). Anche in questo caso, fate attenzione alla comparsa di aloni, in particolare dove lo scenario si staglia contro il cielo.
Immagine

In questo caso abbiamo calcato abbastanza la mano, ma con un po' di esperienza è possibile ottenere risultati ben più naturali con pochissimo sforzo. Scattando col cavalletto si possono saltare i punti 3 e 4, e fermandosi al punto 7 l'intero processo può essere completato in 30 secondi.
Ora sapete come ottenere facilmente immagini con elevata gamma dinamica. In inglese si dice High Dynamic Range e si abbrevia in "HDR", ma non ditelo a nessuno altrimenti vi tirano le pietre!
;-)
E' tutta colpa della II Legge della Termodinamica
Avatar utente
raffaele75
Messaggi: 6539
Iscritto il: martedì 24 marzo 2009, 12:21
Sono: un utonto
Località: Roma

Re: Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da raffaele75 » martedì 8 maggio 2012, 12:09

Ottimo tutorial, utile anche per photoshop :clap:
però vorrei rettificare un punto. più che scattare in bracketing, bisognerebbe fare una esposizione
per il cielo ed una per le ombre :fagiano:
Avatar utente
Liviux
Messaggi: 10606
Iscritto il: mercoledì 4 marzo 2009, 14:22
Sono: irsuto
Località: Carpenedo
Contatta:

Re: Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da Liviux » martedì 8 maggio 2012, 13:15

Grazie Raffaele.
Non è detto che sia il cielo la zona luminosa problematica: in questo esempio è il muro bianco. Indubbiamente, la cosa migliore sarebbe avere un'esposizione corretta per una zona e un'altra corretta per il resto dell'immagine. Però il bracketing è più semplice, fa passare meno tempo fra uno scatto e l'altro (dando meno occasioni di spostare la macchina) e di solito con 2EV di differenza fra le due foto è sufficiente a coprire la gamma dinamica desiderata. In ogni caso, l'esposizione va regolata dopo la fusione quasi sempre.
E' tutta colpa della II Legge della Termodinamica
Avatar utente
raffaele75
Messaggi: 6539
Iscritto il: martedì 24 marzo 2009, 12:21
Sono: un utonto
Località: Roma

Re: Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da raffaele75 » martedì 8 maggio 2012, 14:36

sì certo, giustissime le tue osservazioni :ok:
malja
Messaggi: 3224
Iscritto il: mercoledì 4 marzo 2009, 19:06
Sono: Network Manager
Contatta:

Re: Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da malja » mercoledì 9 marzo 2016, 19:26

:ok:
Avatar utente
Liviux
Messaggi: 10606
Iscritto il: mercoledì 4 marzo 2009, 14:22
Sono: irsuto
Località: Carpenedo
Contatta:

Re: Come si fa una doppia esposizione con The Gimp

Messaggio da leggere da Liviux » mercoledì 9 marzo 2016, 19:33

:vicini:
E' tutta colpa della II Legge della Termodinamica
Rispondi